Ulrike Mayer-Spohn
Vincitrice del concorso (categoria Trio)

UlrikeMayer-Spohn

Una straordinaria diversità caratterizza la compositrice e polistrumentista Ulrike Mayer-Spohn: la musica elettronica come l’esecuzione storicamente informata su strumenti ad arco (violino barocco e fiddle).

Ha studiato composizione e audio designs con Erik Oña, presso lo Studio per la Musica Elettronica e alla Hochschule für Musik di Basilea. Le prime composizioni risalgono al 2007, commissionate da realtà quali: Festival Forum Wallis; International New Music Days Shanghai; Chaotic Moebius; Ensemble Inverspace e UmeDuo. Le sue composizioni sono state eseguite da: Stuttgarter Vocalsolisten; Ensemble Phoenix; Vertigo; DissonArt; L’Arsenale; Cool a cappella (primo premio al world choir games nel 2008) e dal suo ensemble Ums ‘n Jip in Svizzera, Francia, Grecia, Italia, Russia, Australia, USA e Cina; sono state dirette  da Beat Furrer, Mark Foster, Tsung Yeh, Jürg Henneberger e Filippo Perocco.

Fra i suoi riconoscimenti: secondo premio al concorso di composizione Culturescapes (2010); secondo premio al concorso di composizione Musikfestivals-Bern (2011), Scholarship Award (2011); Music Village, Monte Pelio-Grecia, Call for Scores L’Arsenale-Treviso (2011); finalista al MATA Wettbewerb (2013); finalista al Trabant-Ausschreibung; primo premio al concorso di composizione London Ear (2016).

Dal Novembre 2013 Ulrike gestisce il progetto di ricerca “Recorder Map” e “Recorderology” al FHNW di Basilea, insieme a Keitaro Takahashi.

Come flautista Ulrike Mayer-Spohn ha studiato con Ulrike Mauerhofer, presso la Musikhochschule di Karlsruhe, con Conrad Steinmann e con Corina Marti alla Schola Cantorum Basiliensis. In seguito si è specializzata nell’esecuzione di musica contemporanea proseguendo la formazione con Dorothea Winter al Koninklijk Conservatorium de L’Aja, specializzandosi ulteriormente con Jürg Henneberger, Marcus Weiss e Mike Svoboda (Master in performance al HSM di Basilea). Ha seguito alcune masterclass con Marion Verbruggen, Peter van Heyghen, Sebastien Marq e Gerd Lünenbürger.

A Basilea ha studiato violino barocco e viola barocca con Martina Graulich e David Plantier, fiddle con Randal Cook.

Ulrike Mayer-Spohn lavora in collaborazione con i più importanti compositori del mondo con oltre 20 prime esecuzioni ogni anno, che registra per la Radio Svizzera e per la VDE Gallo. Insieme con il compositore e cantante svizzero Javier Hagen ha fondato l’ensemble sperimentale per la musica contemporanea Ums ‘n Jip costituito da voce, flauto dolce e elettronica. Ums ‘n Jip, a fianco dell’Ensemble Modern, Ensemble Intercontemporain e Kronos è uno degli ensembles più attivi in tutto il mondo. Dal 1999 Ulrike Mayer-Spohn suona come flautista o violinista in formazioni specializzate nella musica antica come l’Amsterdam Barok Compagnie, il Freitagsakademie, il Collegium Musicum Stuttgart, La Chapelle Ancienne, Musica Poetica, Muscadin e La Morra dando con essi concerti in tutto il mondo.